La navigabilità di un sito web

Navigabilità di un sito web

Continuiamo con l’approfondimento degli obiettivi che un sito web deve raggiungere. Dopo aver affrontato l’argomento sulla raggiungibilità di un sito web è ora necessario parlare della navigabilità di un sito web. Per navigabilità si intende il processo di navigazione all’interno di un sito web.

Più i percorsi di navigazione sono ben definiti maggiore sarà la possibilità di soddisfare le aspettative del navigatore. Per questo motivo ogni progetto web deve chiaramente indicare tramite la navigazione del sito:

  • quale è lo scopo del sito
  • cosa desidera che gli utenti facciano al proprio interno
  • cosa lo differenzia dalla concorrenza
  • come evidenzia le sue peculiarità

Premesso che non si potrà mai avere un sito web navigabile per tutti gli utenti è possibile però strutturare i percorsi di navigazione affinché:

  • i link diano un’idea precisa di cosa il cliente troverà appena atterrà sulla pagina di destinazione
  • i percorsi di navigazione siano strutturati secondo un chiaro criterio di navigazione
  • che il visitatore possa muoversi liberamente e scegliere autonomamente i contenuti da visualizzare

Una volta definiti questi aspetti è necessario iniziare a strutturare i percorsi di navigazione cercando di soddisfare le seguenti caratteristiche:

  • identificare in maniera univoca i principali argomenti
  • effettuare una classificazione in base alle aspettative dell’utente desiderato
  • identificare le pagine con priorità alta e controllarne la facilità di arrivo
  • creare dei percorsi guidati utilizzando il principio “dal generico allo specifico” partendo dalla home page
  • mantenere i percorsi di navigazione profondi a un massimo di 4 passaggi
  • utilizzare le briciole di pane per tenere traccia della posizione
  • evitare inutili pagine intermedie di introduzione

E’ bene ricordare che un utente ci impiega in media 4 secondi per capire se il sito web su cui è atterrato sia utile o meno al suo fine. Per tale motivo è utile evitare che un sito web abbia elementi grafici che bloccano la navigazione:

  • inserimento dei percorsi di navigazione nei file flash
  • tasto indietro del browser disabilitato
  • pop-up pubblicitarie a tutto schermo con blocco totale della navigazione
  • link che rimandano a pagine non raggiungibili
  • pagine con contenuti duplicati
  • link inseriti in javascript non supportati dai browser più comuni
  • voci inserite nelle immagini e non come link testuali
  • eccessivi menu di navigazione
  • assenza di link di approfondimento nel testo delle pagine
  • non predisposizione di una versione per dispositivi mobile

Questi sono solo alcuni aspetti che bisogna tenere in considerazione.

Un piano di web marketing deve tenere presente le criticità legate a una navigazione non strutturata e deve aiutare a strutturare i percorsi di navigazione affinché siano rintracciabili e permettono una navigazione semplice e chiara. Creare dei percorsi di navigazione strutturati aiuterà:

  • i motori di ricerca a capire chi sei e cosa fai
  • aumentare le conversioni
  • fidelizzare la clientela

Ma questi sono argomento che saranno trattati successivamente.

Risorse Web

Progettazione Web – Come strutturare il sito
10 tecniche per percorsi di navigazione usabili
12 Navigation Options That Help Users Navigate Through Your Website Effectively
Is Navigation Useful? (Jakob Nielsen’s Alertbox)

Libri

Designing Web Navigation: Optimizing the User Experience
Web 2.0 Architectures: What Entrepreneurs and Information Architects Need to Know

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

More in Piano di web marketing, Sito web
La raggiungibilità di un sito web
Close